Asma e reflusso gastroesofageo

Copertina - Asma e riflussoreflusso gastroesofageo
di Emanuele Crosti

Una malattia cronica come l’Asma può influenzare ed essere influenzata da altre malattie, anche apparentemente non legate all’apparato respiratorio. Un esempio classico è il reflusso gastro esofageo (in inglese GERD, Gastro-Esophageal Reflux Disease). Questo si manifesta con la risalita nell’esofago di materiale presente nello stomaco per una difettosa chiusura degli sfinteri di comunicazione fra esofago e stomaco, cardias e sfintere esofageo inferiore (LES).

Meccanismo del reflusso gastroesofageo

Meccanismo del reflusso gastroesofageo

Il meccanismo di correlazione fra l’Asma e il GERD ( ) è il seguente:

Diagramma correlazione Asma-GERD

Diagramma correlazione Asma-GERD

Modificazione dell'angolo di His

Non è stata ancora trovata una chiara correlazione fra GERD e Asma ( ), anche se è stata trovata qualche significativa associazione, ad esempio in uno studio del 2010 è emerso che i pazienti che soffrono di GERD hanno quasi il doppio (1,97) delle probabilità di soffrire di Asma rispetto a quelli che non soffrono di questa patologia gastrica. In pazienti adulti con Asma cronico moderato/grave e sintomi di reflusso acido, il trattamento specifico per il reflusso ha migliorato in alcuni casi la qualità di vita Asma-correlata e ha ridotto le riacutizzazioni ma, in generale, il miglioramento dell’Asma seguente al trattamento del GERD è variabile, infatti non sempre è migliorato il controllo dell’Asma, in termini di sintomi, funzione polmonare e uso di farmaci durante le crisi.

Gli influssi del GERD sull’Asma sono riconducibili a:

  • attivazione riflessa (in pazienti con sensibilità individuale, la stimolazione chimica dei materiali acidi dello stomaco può indurre indirettamente la contrazione dei bronchi)
  • aspirazione materiale gastrico sotto forma di minuscole gocce che, arrivando alla gola vengono nebulizzate con la respirazione, provocando infiammazione delle vie aeree

Una certa correlazione può essere anche individuata dal veloce tempo di associazione fra GERD e primi colpi di tosse e dal ritrovamento di pepsina e acidi biliari nell’espettorato endotracheale. Questo esame può essere utile per i pazienti asmatici che non manifestano i segnali tipici del GERD ma che hanno un peggioramento dei sintomi respiratori con i pasti, con particolari cibi, con il sonno o la posizione sdraiata.In questo caso un controllo alla dieta è necessario, evitando cibi che aumentino la secrezione gastrica, come cibi grassi o acidi, spezie, bevande gassate e alcoliche. Anche l’abbandono di determinati stili di vita (fumo) è caldamente consigliato per entrambe le patologie.
Si può concludere che alcune classi di broncodilatatori a lunga durata d’azione, conosciuti con la sigla LABA (formoterolo, indacaterolo, clembuterolo, salmeterolo e altri) rilassano lo sfintere esofageo inferiore (LES) con possibile aumento dei sintomi da reflusso.

 

 

GLOSSARIO
Iperinsufflazione

Si intende l’aumento dei volumi polmonari, perché l’aria viene imprigionata nei polmoni, non completamente svuotati dalla precedente inspirazione.

Cardias

Valvola posta all’estremità superiore dello stomaco in comunicazione con l’esofago, è accoppiata al LES.

Angolo di His

Angolo fra l’esofago e il fondo dello stomaco, fisiologicamente è un angolo acuto, può diventare ottuso con conseguente trazione del LES.

Pepsina

Il più importante enzima digestivo, è presente nei succhi gastrici ma anche nella bile, nella saliva e nel succo pancreatico.

LES

Sfintere esofageo inferiore, valvola posta all’estremità inferiore dell’esofago in comunicazione con lo stomaco, è accoppiata al cardias.

Acidi biliari

Composti chimici presenti nella bile, sono dedicati alla digestione dei grassi.